Rispondi a queste 15 domande sì o no per valutare lo stato della tua relazione thumbnail
·
3 minute read
Rispondi a queste 15 domande sì o no per valutare lo stato della tua relazione

Non si può prevedere il futuro della vostra relazione, ma queste domande possono aiutare.

È molto facile giudicare le relazioni degli altri. In effetti, potremmo anche non renderci conto quando lo stiamo facendo. Ma quando si passa del tempo con una coppia, la loro dinamica di solito diventa evidente in modo relativamente rapido, al punto che si può pensare di poter identificare i loro problemi specifici.

Ma farlo nelle nostre relazioni? Non così tanto. È difficile valutare lo stato di una relazione quando si è parte di essa per molte ragioni, compreso il fatto che non si ha la distanza necessaria per notare sia gli aspetti positivi che quelli negativi. Così, basandosi sulla ricerca esistente, lo psicologo Dr. Gary W. Lewandowski Jr. ha messo insieme una serie di 15 domande per aiutare le persone a valutare e ottenere una visione delle loro relazioni, che ha pubblicato come parte di un articolo per Psychology Today . Ecco cosa c’è da sapere.

La ricerca dietro le domande

Oltre alle sue scoperte sulla scienza dietro le relazioni romantiche, Lewandowski ha basato la sua serie di 15 domande sì o no sulla Lista Keltner, sviluppata dallo statistico di baseball Bill James come un modo per valutare quali giocatori di baseball sono i più validi candidati alla Hall of Fame.

Questo potrebbe non sembrare il materiale di origine più probabile per uno strumento di valutazione delle relazioni romantiche, ma ecco come Lewandowski lo spiega in un articolo su Psychology Today:

Allo stesso modo, la lista di 15 domande di Lewandowski - ognuna delle quali è basata su ricerche esistenti sulle relazioni romantiche - è stata progettata per evidenziare ciò che conta di più per un amore serio, a lungo termine e sostenibile.

La lista Keltner per le relazioni

Per trarre vantaggio dallo strumento di Lewandowski, dice che è importante rispondere alle domande sì o no sinceramente, domande come “Il tuo partner ti rende una persona migliore, e tu fai lo stesso per loro?” e “Tu e il tuo partner siete entrambi a vostro agio con la condivisione dei sentimenti, contando l’uno sull’altro, essendo vicini, e in grado di non preoccuparsi che l’altra persona se ne vada? Alcune sono più facili, come se tu e il tuo partner siete migliori amici, mentre altre potrebbero farti soffermare un minuto, come se tu e il tuo partner vi accettate davvero l’un l’altro senza cercare di cambiare l’altra persona. Puoi trovare l’elenco completo delle domande nel suo articolo qui.

Valutare le risposte alle domande di relazione

Questo non è un caso in cui otterrai risultati definitivi contando il numero di risposte “sì” e “no”. Invece, Lewandowski dice che lo scopo dell’esercizio è quello di ottenere informazioni non solo su ciò che non funziona nella vostra relazione, ma anche su ciò che funziona. Nel suo articolo per Psychology Today, spiega:

Queste domande hanno lo scopo di essere un tour autoguidato attraverso ciò che la scienza delle relazioni sa essere importante nelle relazioni - le “bandiere verdi” delle relazioni. In altre parole, la migliore risposta per ogni domanda è un rapido, certo e incondizionato “sì”. Se qualche domanda vi ha fatto riflettere o vi ha portato ad un chiaro “no”, quella è un’area che merita attenzione e miglioramento.

Naturalmente, non è mai possibile prevedere il futuro di una relazione - ci sono troppe altre potenziali variabili, alcune delle quali sono inaspettate. Ma lo scopo qui è quello di venire via con una migliore comprensione di come e perché la vostra relazione funziona (o non funziona).